Parrocchia dei Santi Rocco e Martino - Redavalle

Il Signore ti benedica e ti protegga, faccia risplendere il suo volto su di te e ti doni la sua misericordia. Rivolga su di te il suo sguardo e ti doni pace.

Stai navigando in: 

San Martino di Tours

San Martino di Tours

San Martino nacque nel 316 (ma forse nel 336) a Sabaria Sicca nell'odierna Ungheria, in un avamposto romano. Ancora bambino si trasferì coi genitori a Pavia. Nel 331 un editto imperiale lo obbligò ad arruolarsi nell'esercito; fu inviato in Gallia, presso Amiens, facendo parte di truppe non combattenti che garantivano l'ordine pubblico.

Durante una ronda, nell'inverno del 335, Martino incontrò un mendicante seminudo; vedendolo sofferente, tagliò in due il suo mantello militare e lo condivise con lui. La notte vide in sogno Gesù rivestito del mantello. Il sogno ebbe un tale impatto su Martino, che già catecumeno si fece battezzare la Pasqua seguente. All'età di circa quarant'anni, lasciò definitivamente l'esercito per dedicarsi alla preghiera. Nel 357 si recò nell'isola Gallinara (Albenga) dove condusse quattro anni di vita eremitica; tornato a Poitiers divenne monaco e venne presto seguito da nuovi compagni, fondando uno dei primi monasteri d'occidente a Ligugé.

Nel 371 i cittadini di Tours lo vollero loro vescovo. Continuò ad abitare nella sua semplice casa e proseguì la missione di propagatore della fede, creando nel territorio piccole comunità di monaci; avviò un'energica lotta contro l'eresia ariana e il paganesimo. La sua fama ebbe ampia diffusione nella comunità come uomo dotato di carità, giustizia e sobrietà. Nel 375 fondò a Tours un monastero, in cui la vita era incentrata nella condivisione e nella preghiera. Morì l'8 novembre 397 a Candes, dove si era recato per mettere pace tra il clero locale.

Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!